Pubblicazioni

In missione per cercare Dio. Lettere dal Brasile

A cura di Piero Gheddo
Prefazione di Sergio Zavoli
Edizioni San Paolo, 1998

Padre Augusto Gianola è uno dei missionari italiani più conosciuti, anche al di fuori dall’ambiente ecclesiale.
Molteplici sono le attività che svolge a favore dei caboclos, le popolazioni che vivono sulle rive del Rio delle Amazzoni e nella foresta amazzonica. Nei primi dieci anni opera nella diocesi di Parintins, dove viene apprezzato per il suo stile innovativo e originale. Successivamente passa alla diocesi di Itacoatiara, sempre in Amazzonia, dove segue lo sviluppo delle colonie agricole e fonda la Scuola Agricola. Alterna questi due momenti di intensa attività pastorale e sociale con delle singolari esperienze di eremitaggio nella solitudine della foresta. Ed è proprio lì che il giornalista Enzo Biagi lo va a trovare nel 1989 per intervistarlo. L’intervista televisiva lo fa conoscere al grande pubblico.
Padre Gianola è stato un personaggio di straordinaria levatura, dotato di grande coraggio e senso dell’avventura, e con la sua testimonianza cristiana e il suo amore per la gente ha lasciato un indelebile ricordo in chi lo ha conosciuto.

Dio viene sul fiume. Augusto Gianola in Amazzonia: una tormentata ricerca di santità

Piero Gheddo
Prefazione di Enzo Biagi
Editrice E.M.I. 1994

Nulla di più affascinante della Missione. Lo dimostra Augusto Gianola, missionario del Pime nell’Amazzonia brasiliana per 26 anni (1963-1990). La sua biografia, tratta dalle lettere e dal diario, racconta come Augusto ha vissuto l’avventura missionaria: l’isolamento in foresta per un’appassionata ricerca di Dio, la fondazione di colonie agricole lungo il Rio delle Amazzoni, la lotta contro fazendeiros e commercianti che opprimono i caboclos, la formazione cristiana di un popolo disperso che sta diventando comunità cristiana.

Don Augusto Gianola, 5-11-1930 24-7-1990: testimonianze e ricordi di chi ha vissuto con lui ha partecipato alle sue attività ha condiviso la sua eccezionale vita di prete di alpinista di missionario

Castiglioni cartotecnica,1991

Tra le persone che maggiormente hanno inciso nella vita e nella crescita della comunità di Locate Varesino don Augusto Gianola occupa certamente un posto di rilievo.
È vivo in molti il ricordo della sua presenza come coadiutore dal 1954 al 1962, ma soprattutto grande è la sua testimonianza di missionario in Amazzonia dove accanto a una profonda e appassionata ricerca di Dio ha saputo mettere le sue capacità a servizio delle comunità più povere per favorirne lo sviluppo e il progresso.
La sua vita, il suo cammino interiore e le sue opere, sono un esempio per chi l’ha conosciuto e devono essere un insegnamento per tutti.
Padre Gianola è stato un personaggio di straordinaria levatura, dotato di grande coraggio e senso dell’avventura e, grazie al suo amore per la gente, ha lasciato un indelebile ricordo in chi lo ha conosciuto.
Valido scrittore, ha lasciato un ricco epistolario dal quale emerge la sua vita come in una autobiografia tanto che dalle sue lettere traspare l’itinerario di una grande anima, un viaggio a volte travagliato, ma sempre rivolto alla ricerca dell’amore di Dio.
L’intento del volume è quello di permettere a tutti di conoscere don Augusto più a fondo, perché il suo ricordo si trasformi in “memoria”, sia parte della vita di chi lo ha amato e che seguendo il suo esempio continuerà a fare del bene.