Dicono di lui

Dicono di lui

Ha sempre vissuto intensamente il fascino del mistero, dell’infinito: aveva sete del suo Signore.
Padre Gino Malvestio
Lui era uno che lottava, combatteva anche contro se stesso.
Padre Pedro Vignola
Il suo desiderio di solitudine era motivato dalla paura di non incontrare totalmente Dio.
Armando Rizza
La vocazione missionaria era per lui un modo di andare oltre, di essere sempre sulla frontiera più estrema.
Anna Maria Gianola

I VOSTRI RICORDI

Quest’anno 2015 con la Comunità di Luglio ci è stata data una fotografia di un grande sacerdote “San” Padre Augusto Gianola, nato e cresciuto in quel di Laorca di Lecco dove riposa da 25 anni immerso in tanta umanità.

La piccola grande Chiesa di San Giovanni Battista una buona compagnia! La bellissima grotta naturale della Madonna di Lourdes, la storica via Crucis, e da ultimo le grotte del cimitero con le montagne che lo circondano che saranno per sempre la sua compagnia.

Amato “San” Padre Augusto Gianola ricordo quando arrivavi dalla tua cara Amazzonia, correva voce: “Arriva! Ditelo a tutti! arriva il nostro amico della nostra bella gioventù”. Si pranzava al circolo di Laorca, due o tre volte a casa Lanfranchi, una volta in casa Pino Mauri con polenta e due conigli offerti dal nostro amico Amabile Funzi.

Credetemi, pranzare con Padre Augusto… era troppo grande il personaggio: “Ho fatto una strada nella foresta da solo! Per accorciare la strada con un piccolo aereo mi fermo… Madonna mia tutti ammalati di tosse canina! Li portavo con me sull’aereo in altezza… tutti guariti grazie Maria!”.

Per questo Pino quando dicevi che entravi in foresta senza fucile avevi con te tanti Santi, ma soprattutto la grande fiducia nel tuo Dio!

Pino Mauri